Episodio 12 . Più che di endorsement parliamo di lavoro e sviluppo per Follonica.

Permettetemi una piccola polemica.

Come cittadino follonichese,  confesso che i vari endorsement importanti di presidenti di province e vari sindaci e consiglieri regionali, non hanno mai influenzato il mio voto. Il mio voto, anzi, doveva andare a chi aveva dimostrato con fatti e non parole di stare dalla parte delle persone e dei cittadini, e non già dei maggiorenti della politica. Per carità, nulla contro di loro, ma non mi piace onestamente il metodo che sembra dire: vota me perché sto con Pinco o perché ho Pallino dietro,  anziché vota me perché faccio queste cose per migliorare la vita della nostra comunità e dei nostri giovani.

Fine della polemica.

In questi giorni di incontri sono stato anche a trovare alcune cooperative sociali di tipo B che danno lavoro sul territorio a persone svantaggiate, unendo meritoriamente l’inclusione sociale alle politiche del lavoro. Credo siano realtà da tutelare e da incentivare, perché offrono opportunità a chi , normalmente, per vari accidenti della vita, queste opportunità non ce l’ha mai avute, limitando il rischio di deviazione sociale di queste persone. Sono realtà importanti, che danno lavoro stabile a tempo indeterminato a centinaia di persone a Follonica. Insieme a loro, visto che il mio tema sarà principalmente lo sviluppo e il lavoro,  si deve però anche incentivare la piccola impresa artigiana, che conta a Follonica migliaia di piccole aziende, spesso ditte individuali, che lavorano nei settori più disparati (commercio e edilizia in primis) . Dico due cose semplici per favorire questi settori di mercato: una consiste nella riduzione degli oneri comunali sulla conversione dei capannoni , ad esempio nel passaggio da artigianale a commerciale. L’altra , riferita all’edilizia, consiste nel ridurre il dimensionamento minimo degli edifici, per portarlo dagli attuali 50 metri quadri a 35/40 mq, così da incentivare le divisioni degli edifici e aumentare i lavori di ristrutturazione per le piccole ditte edili. Insomma chi eredita un appartamento di 85 mq a Follonica perché deve sobbarcarsi i costi dell’IMU e della TARES senza trovare poi nessuno disponibile a comprarlo?  Se divento sindaco sarà la prima cosa che farò.

Non nei primi cento giorni, ma nei primi 10.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...