Vabbene il partito liquido, ma un po’ di gavetta serve.

Ci sono vicende che ti fanno crescere politicamente; con questo avverbio cacofonico associato alla parola crescita si suole generalmente esprimere una crescita in furbizia, in astuzia, per non ripetere gli stessi errori di valutazione. La cosa preoccupante del recente dibattito politico sta nella ormai consumata frattura tra regole e furbizia. Oggi si tende a nominare a tutti i livelli fiduciari, amici, colleghi e non persone critiche, equidistanti, impegnate. La rottura di ogni regola procedurale, il decidere da soli, ha fatto emergere un nuovo preoccupante decisionismo che è antitetico alla democrazia reale. Il mondo si divide oggi in fan di uno o dell’altro maggiorente del momento. Certamente non voglio dare neanche ragione ai partitocrati dell’ultima ora, che ritengono il partito l’unico strumento delle idee e delle persone. Io sono sempre – e lo sono ancora – un fautore di una forma partito meno strutturata e fuori dalle segreterie. Il partito non può fare a meno di vivere una dialettica continua con la società civile, organizzata o spontanea. Il partito non deve – come disse una volta Mario Rodriguez – imporre una linea in modo insindacabile, ma relazionarsi con l’altro, ascoltandolo.
Ma una cosa è la ragione politica da politburo, altra è il buon senso e il principio di ragionevolezza. Le regole infatti sono importanti perché garantiscono l’accesso paritario a ricoprire incarichi di responsabilità a chi si impegna e dedica il proprio tempo alla politica dentro le formazioni sociali. Ignorare queste fondamenta, significa incanalare la politica verso le sabbie mobili dell’autoreferenzialità e dell’arbitrarietà.
Anche se Renzi nel 2008 mi disse di pensarla diversamente, rimango convinto che senza regole si rischia di perdere ancora più quel briciolo di identità che ci rimane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...