Bastardi con l’anima

Anche se pesso non condivido il cinema di Tarantino, la sua amoralità estetizzante, la sua ipostatizzazione del b-movie, il suo autocitarsi feticistico e la sua diegesi volutamente banale, ho trovato “Unglorious Basterds” un piccolo capolavoro.
In primis perché ha una linea narrativa forte, una costruzione della sceneggiatura ferrea, logica, che scorre in modo fluido e impeccabile. La capacità del film di sconcertare lo spettatore, spiazzandolo e sbudellandolo, attraverso il semplice racconto di una storia, benché forzosamente irreale, risponde lodevolmente a due principi cardine del cinema: lo stupore e la narrazione.
Ma c’è di più. Nei Bastardi si inserisce un elemento a mio avviso estraneo alla rivoluzione pulp di Tarantino: la costruzione introspettiva dei personaggi. Lo spettatore, sotto il velo del feticismo citazionistico di Shoshanna – Rita Hayworth, vede dischiudersi uno sguardo intimo, profondo, di sofferenza reale; chi guarda percepisce nei lunghi primi piani e nei prolungati dettagli di matrice leoniana, non solo il solito vuoto rinvio al genere western e neanche la solita decostruzione dei generi a cui il nostro ci aveva abituato nei suoi lavori passati, ma un elemento nuovo e inusuale per Quentin. Sono sufficienti i primi dieci minuti del film per capire questa trasformazione di stile: gli occhi umani del pastore, i suoi lunghi silenzi contrapposti alla pipa deforme e ridicola di Lange (un ottimo Cristoph Waltz), toccano le corde dello spettatore e inquadrano il dramma che sta per consumarsi. Come in un quadro di Fontana, Tarantino taglia la tela della perfezione stilistica e della ipostasi del ridicolo, la squarcia, lasciandoci intravedere la condizione umana nella sua nudità. Insomma per la prima volta Tarantino svela profondità mai esplorate e per questo si colloca – a buon diritto – tra i migliori film dell’anno 2009.

Voto: 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...