Sul rinnovamento sventola bandiera bianca

 

Ora è arrivato il momento dello show-off. E’ il momento di farsi sentire. Il momento di farsi un po’ sentire, anche se io non conto niente e mai mi è fregato di contare qualcosa. Credo che invece a contare e a muovere gli uomini siano le idee, la visione del mondo, quell’affetto razionale che non ti fa stare in silenzio di fronte alle piccole e grandi ingiustizie. Ma andiamo al fatto oggetto di riflessione. La prima domanda da porsi è: dove vuole andare questo partito democratico? E le seconda è: questo partito si vuole davvero rinnovare? Le risposte sono: 1. boh. 2. No. E credo che siano domande fondamentali da porsi. Non ci si rende abbastanza conto quando si è dentro certi meccanismi di quanto siamo lontani dalla riflessione su questo partito. Riflettere significa infatti usare le idee come specchio. Ma scopriamo le carte perché è giusto raccontare i fatti perché ognuno possa farsi un’idea in proposito. Alcuni giorni fa, a ridosso della scadenza del termine per la presentazione delle candidature per le primarie regionali, si chiedeva a Follonica di fare un nome. In modo veloce si è arrivati a convergere sul nome di Mirjam Giorgieri. Questo ci sembrava un nome “ecumenico” e corrispondente con l’idea di rinnovamento generazionale di questo stanco partito. Mirjam non ha mai ricoperto cariche in aziende pubbliche, non è figlia di amministratori locali, ha portato avanti nei congressi locali con onestà le idee delle mozione Marino ed è stata eletta nel direttivo regionale di questo partito. Follonica naturalmente quasi a colpo sicuro, date le premesse ontologiche della mozione e la qualità della candidatura, si rivolgeva al coordinamento provinciale per chiedere un sostegno affettivo e organizzativo. Nel frattempo, il coordinatore grossetano di mozione, senza minimamente consultare Follonica, dove la sua mozione aveva raggiunto quasi il 18% contro il 13 % complessivo provinciale, si era già avvantaggiato, statuendo – non si sa in base a quali premesse – un accordo di non belligeranza sulle candidature. Alla prima occasione utile, Follonica faceva presente al coordinatore di non essere stata consultata e che probabilmente, in ossequio anche a quanto si chiedeva con forza all’interno della mozione, non era stato neanche aperto un confronto. Il coordinatore plenipotenziario, senza alcuna investitura, opponeva il fatto che la mozione doveva occuparsi di temi alti e non doveva prestarsi a candidature. I tempi poi erano troppo stretti e troppo immaturi, secondo lui, per presentare un nome. Meglio il silenzio. Molto meglio tacere.  E se qualcuno poi si arrabbia? Dopo il direttivo provinciale tutti sembravano d’accordo su questa candidatura, ma il grande coordinatore provinciale di mozione, con un gesto repentino, chiamava il coordinamento regionale, asserendo che questo nome non era proposto dalla mozione Marino e che si doveva immediatamente togliere dalla lista. Forse, secondo il saggio coordinatore , questo nome poteva essere pericoloso e dare noia a meccanismi che devono funzionare senza intralci. Il finale è uno dei più scontati: oggi si è tenuto il direttivo regionale, il nome davvero nuovo (forse l’unico di quella lista), grazie al provvidenziale intervento del coordinatore mariniano, è stato tolto. Questo è il rinnovamento di cui questo partito ha bisogno? Vorrei che il coordinatore in questione chiedesse almeno scusa. Dicesse: scusate ma non ho avuto il coraggio. Ma non lo farà mai. Il rinnovamento che da questi personaggi viene sbandierato per la propaganda, oggi sventola bandiera bianca. Vorrei tuttavia che quanto è successo venisse sottoposto ad Ignazio Marino. Che non rimanga nel silenzio. Perché non cederemo mai alla ingiusta normalità di questi meccanismi. Ed al prossimo coordinatore di “mozioni terze” che parlerà di giovani in politica, chiederemo adeguate rassicurazioni. Perché il rinnovamento sta nei fatti e non nei sentimenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...