La situazione politica non è buona

 

Nei momenti di delusione o di rabbia, si dice si dovrebbe contare fino a 100 prima di parlare.  Io che dai parenti e amici – fin dalla tenera infanzia –  sono sempre stato etichettato come “chiaccherone”, solevo ostinatamente dimenticare questa regola aurea. Crescendo ho incontrato per caso – sulla strada per Parigi –  l’immensa e ingombrante figura di San Tommaso D’Aquino, soprannominato “il bue muto” per il suoi proverbiali silenzi. Era un uomo grasso e  bonario, perso,  come tutte le  star della filosofia,  in silenziose elucubrazioni ruminanti e solitarie . E’ da lui che ho imparato a contare, ruminare, masticare, studiare e poi parlare. Il mio mentore medievale passava i giorni e le notti in uno scrittoio illuminato dalla candela del suo immenso intelletto: Tommaso non parlava quasi mai. Lui ruminava e masticava. Masticava e ruminava. All’improvviso mi sono svegliato nel 2009, nel mondo dominato da Maria De Filippi, dai talk show gridati, dove nel cesso del nulla si vomitano quantità immense di parole senza più logica, né significato.  Imbarazzato cambiavo canale, ritrovando – sgomento – le stesse urla e la stessa identica barbarie. 

La morale di questa storia non è poi oggi così difficile da interpretare.

Chi ha orecchie intenda.

Annunci

    • Il mio toscanismo in confronto a quello stupro della lingua italiana a cui mi riferivo oggi, non è niente…Ma l’hai letto? Incredibile…

  1. Ti ho dato fiducia per la tua onesta’ morale e soprattutto per la capacita’ di saper miscelare idee derivanti dal socialismo illuminato e dal cattolicesimo, come un novello Muratori.

    Il “Della pubblica felicità” è tra le principali opere dell’illuminista moderato e cattolico Ludovico Antonio Muratori, pubblicata nel 1749.
    L’opera costituisce un autentico manuale di riformismo moderato, esempio di conciliazione fra Illuminismo e cattolicesimo.
    L’opera si inscrive in un contesto europeo che appariva relativamente pacifico: nel 1748 l’Europa aveva raggiunto un equilibrio piuttosto stabile, era quindi possibile organizzare serie riforme, che rendessero la società meno ingiusta.

    Punto di riferimento sono i buoni prìncipi, i sovrani illuminati, capaci di scegliere come oggetto della propria politica la felicità dei sudditi.
    Muratori distingue la ricerca della felicità individuale, che è tipico impulso umano e che nasce dalla natura ma che può trasformarsi in vizio, dalla felicità pubblica che è sempre positiva.
    Ne nasce un antimachiavellismo, un rifiuto fermo all’autonomia della politica dalla morale e dalla religione.
    Per Muratori gli intellettuali hanno il dovere di aiutare i prìncipi illuminati coadiuvandoli nel sostituire il bene privato con la pubblica felicità.

    Muratori non proponeva altro che aggiustamenti, che rendessero meno insopportabile la miseria delle masse urbane e contadine.
    Particolare attenzione dedicava al settore della giustizia; già con i “Difetti della giurisprudenza”, aveva proposto come soluzione razionale quella della codificazione delle leggi, come avevano scelto Vittorio Amedeo II e Federico II.
    Rimane implicita nel concetto di Muratori di pubblica felicità, la saldatura tra il piano delle riforme e quello dell’etica; contro l’apologia del lusso fine a se stesso o come forza motrice per l’economia degli Stati, propone l’incontro fra politica illuminata, economia regolata in funzione del benessere collettivo e religiosità razionale.

    Riccardo

    • Ti ringrazio molto della fiducia accordatami. E ti ringrazio ancor di più per avermi accostato all’illuminismo di Ludovico Muratori. Non ne conoscevo le idee, e in un tempo dove l’etica pubblica difetta, sono idee di speranza e di fiducia nel futuro; Oggi i partiti, con i loro personalismi sterili, le loro lotte medievali tra Guelfi e Ghibellini per ottenere un’oligarchica e corporativa felicità individuale, non sono più in grado di svolgere quella funzione di guida morale che inizialmente avevano.
      Pertanto ripartiamo dal Muratori e dalla sua visione ottimistica del mondo. Per gettare basi nuove verso una politica illuminata …

  2. Pingback: la situazione politica va peggiorando mano a mano « Un Consigliere Inattuale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...